main

year

themes

architecture

lighting

renovation

design

2007
caselli autovie venete
contest
CREDITS
TEXT

CASELLI AUTOVIE VENETE

client: contest

design team:
G. Traverso, P. Vighy, M. Vio, A. Rizzotto, E. Stella

CASELLI AUTOVIE VENETE

 

Il progetto si pone in modo rispettoso e integrato rispetto al territorio nel quale viene inserito.

 

Si è posta particolare attenzione sia agli aspetti paesaggistici che al controllo degli elementi inquinanti quali particolato  e rumore.

 

Le nuove stazioni di esazione si inseriscono nel territorio in modo discreto e continuo, utilizzando gli stessi elementi di paesaggio.

 

Le dune di terra e i filari di pioppi cipressini richiamano alla mente gli argini dei fiumi, le dune costiere e i filari alberati, elementi caratteristici del paesaggio lungo il percorso da Venezia a Trieste.

 

Le dune di terra caratterizzanti il progetto mitigano inoltre i rumori, proteggendo l’integrità del territorio circostante e permettono la raccolta, in un unico bacino, delle acque che poi potranno essere depurate dal particolato e utilizzate per l’irrigazione del verde.

 

Le dune sono rivestite con Vetiver  e Cortaderia Richardii , piante scelte per la  caratteristica di essere a manutenzione bassissima e quindi di presentare un notevole risparmio economico  e di risorse (ad esempio l’acqua) nel tempo.

 

All’interno delle dune sono stati  integrati il fabbricato impianti e  il fabbricato di stazione sia per la loro integrazione paesaggistica, sia per il contenimento delle dispersioni termiche.

2007
caselli autovie venete
contest
CREDITS
TEXT

CASELLI AUTOVIE VENETE

client: contest

design team:
G. Traverso, P. Vighy, M. Vio, A. Rizzotto, E. Stella

CASELLI AUTOVIE VENETE

 

The project was designed to respectfully integrate the booths within the environmental context.

 

Special consideration was given to landscape features as well as limiting environmental pollution such as particulates and noise.

 

The new tollbooths are located within the territory in a discreet and continuous manner, using the elements that are drawn from the surrounding landscape.

 

The earth dunes and the rows of poplar cypresses recall the riverbanks, the coastal dunes and the rows of trees that are characteristic qualities of the scenery along the Venice-Trieste route. The earth dunes planned for the project also diminish sound, protecting the surrounding territory’s integrity, and allow water to be collected in a single basin, water that can then be purified from the particulates and used to water the green areas.

 

The dunes are covered with vetiver and cortaderia richardii (toe toe grass), plants that have been chosen for their easy maintenance and are, therefore, particularly cost-effective over time in terms of economy and resources (e.g. water).

 

Both the office facilities and the technical-electrical facilities are located within the dunes both to integrate them into the landscape and to contain thermal dispersion.