pendoleria in basilica palladiana

1996
vicenza

Il progetto di recupero ha cambiato la logica di utilizzo  degli ambienti della vecchia bottega n.38 sotto la volta principale della Basilica Palladiana.

La demolizione di parte del solaio, che divideva il negozio  del piano terra dai magazzini del mezzanino, ha permesso infatti  di mettere in luce la grande volta in laterizio di origine medievale e di estendere, grazie all’inserimento della nuova scala, la superficie commerciale anche al secondo livello.

La nuova scala è elemento principale, ma, nonostante la sua dimensione, non interferisce con la lettura delle antiche murature che le fanno da sfondo e con le porte in legno armato ritrovate durante i lavori di restauro.

È una struttura metallica leggera e fisicamente indipendente dalle preesistenze, la cui ossatura è costituita da un esile profilo scatolare su cui appoggiano i numerosi gradini di sottile lamiera piegata.  Anche per gli elementi di allestimento è stato mantenuto un atteggiamento analogo, rendendoli riconoscibili e indipendenti mediante un uso volutamente limitato di materiali e colori: l’acciaio trattato con vernice ferromicacea per tutte le strutture, la pietra di Vicenza per i piani delle vetrine e il vetro acidaro per i piani orizzontali dell’esposizione.

 

client

Gioielleria Soprana

design team

G. Traverso, P. Vighy
M. Lovato, D. Farnetani

photo credits

Lorenzo Brasco